Difficoltà scolastiche

i-am-a-student-1412778_960_720

I bambini e i ragazzi possono incontrare diversi tipi di difficoltà in ambito scolastico. Queste possono riguardare l’ambito degli apprendimenti, oppure presentarsi come difficoltà emotive o relazionali.

Nel primo gruppo rientrano:

  • Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA): interessano domini specifici, quali lettura, scrittura e calcolo.
  • Disturbi non Specifici di Apprendimento (DNSA): i deficit nell’acquisire nuove conoscenze e competenze non sono limitati ad uno o più settori specifici delle competenze scolastiche, ma sono estesi a più ambiti. Si verificano in presenza di un livello intellettivo al di sotto della media (Ritardo mentale, Livello cognitivo borderline) o in caso di patologie sensoriali, neurologiche, di origine genetica, psicologiche.
  • Difficoltà di apprendimento: si tratta di problematiche scolastiche che possono ostacolare o semplicemente rallentare il normale processo dell’apprendere. Non sono disturbi, si ricollegano piuttosto a condizioni proprie dell’alunno (come la motivazione o le caratteristiche di personalità) e a fattori contestuali (ambiente socio-culturale, situazione familiare, qualità dell’istituzione scolastica).

Il secondo ambito di difficoltà scolastiche riguarda problematiche emotive e relazionali che lo studente può incontrare nel corso della sua carriera scolastica. Ne sono esempi le difficoltà a gestire il rapporto con compagni o insegnanti e la tendenza ad affrontare con eccessiva preoccupazione e ansia le prove scolastiche.

Servizi

  • Attività di riabilitazione;
  • Potenziamento cognitivo;
  • Tutoraggio specializzato;
  • Training per l’utilizzo degli strumenti compensativi più idonei;
  • Gestione degli aspetti emotivi (ansia scolastica, bassa autostima, demotivazione) e dei problemi comportamentali;
  • Collaborazione e confronto con la scuola.
Difficoltà scolastiche ultima modifica: 2016-12-05T13:15:41+00:00 da admin